Anfiteatro di Lecce

 

 

Il progetto

Il lavoro di ricostruzione digitale dell’Anfiteatro romano di Lecce si inserisce nell’ambito del progetto SMART CITIES ed ha portato alla realizzazione di un filmato stereoscopico attualmente visibile nel LivingLAB presente all’interno del Museo Storico di Lecce – MUST -. Nonostante il monumento si presenti ad oggi scavato solo in parte, dallo studio dei resti archeologici esistenti è stato possibile delineare, con buona approssimazione, l’originaria fisionomia dell’edificio antico. L’esito finale della ricostruzione proposta è strettamente connessa ai dati archeologici e storici, ma soprattutto allo studio metrico delle strutture esistenti, condotto con un rilievo indiretto basato su tecnologie integrate di scansione laser e fotogrammetria digitale. L’unione dei due sistemi di rilievo ha permesso di individuare quegli elementi morfologici e tessiturali (legati al colore delle superfici) sui quali poter sviluppare ipotesi ricostruttive plausibili, in accordo con le leggi della statica e delle tecniche costruttive in uso in età romana. La disponibilità di un rilievo 3D è stata fondamentale per la comprensione della distribuzione interna dell’edificio e per la verifica degli alzati, che hanno dato risultati analoghi a precedenti studi condotti da ricercatori dell’Università di Lecce. La ricostruzione 3D è stata eseguita, in gran parte, con tecniche di  modellazione poligonale e NURBS, al fine di ottenere la massima flessibilità nelle operazioni di affinamento dei particolari ed una buona gestione del numero totale di poligoni, elemento indispensabile per un corretto porting del modello su device portatili. Gli elementi scultorei  ed i particolari architettonici sono il risultato di un restauro digitale basato su modelli eseguiti mediante fotomodellazione.


 

Galleria


 

Video


Bibliografia

Francesco GABELLONE, Ivan FERRARI, Francesco GIURI, Maria CHIFFI, The contribution of the 3D study for new reconstructive proposals of Lecce in Roman age, in: Proceedings of the 1st International Conference on Metrology for Archaeology, Benevento – Italy, October 21-23, 2015, pp. 534- 538.


Attività e Tecnologie impiegate

Ricerca bibliografica e d’archivio, rilievo diretto e indiretto tramite laser scanner/Structure from Motion, riprese fotografiche e video, studio ed interpretazione dati archeologici, point cloud matching and meshing, hand-made 3D modeling, image-based modeling, procedural texturing, photo texturing, matte painting, rotoscoping, rigging, character animation, lighting scene setup, editing e compositing video.

Share on FacebookEmail this to someoneShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn